TeleTrade: Arrivano nuove minacce di caduta del prezzo delle azioni e del petrolio

di | Agosto 27, 2022

I prezzi del petrolio rimangono sotto pressione insieme ai mercati azionari tutti in ansia per l’imminente recessione globale. Il rimbalzo degli asset azionari sembra essere un sogno illusorio appena concluso. E il sentiment sulle quotazioni del carburante è ancora molto incerto.

L’indice S&P 500 di Wall Street ha perso l’1,3% durante la sessione dello scorso venerdì e continua a perdere all’inizio di questa settimana. Il Nasdaq, ad alto contenuto tecnologico, ha ceduto quasi il 3,7% dai massimi del 16 agosto e l’indice Euro Stoxx 50 ha perso all’incirca lo stesso. Allo stesso tempo, il benchmark del Brent del Mare del Nord è aumentato di quasi lo 0,35%, superando i 97 dollari al barile.

L’attuale crisi economica è radicata nei prezzi dell’energia. La domanda di petrolio rimane elevata mentre le riserve di petrolio sono diminuite di oltre sette milioni di barili in una settimana. I dati della National Energy Information Administration (EIA) hanno mostrato il volume delle esportazioni raggiungere un record di quasi cinque milioni di barili al giorno (bpd) aiutando i prezzi del petrolio a rimbalzare dai minimi di agosto all’interno dell’area $94-95, commenta Responsabile della gestione del portafoglio di TeleTrade, Ilya Frolov.

Il divieto dell’UE costringerà i produttori russi a portare via 1,5 milioni di barili al giorno di produzione mondiale entro la fine dell’anno, e questa mossa potrebbe aumentare i prezzi a oltre $120 al barile durante la stagione fredda. L’industria petrolifera russa potrebbe aumentare la sua produzione nel 2025 secondo le previsioni economiche ufficiali del paese. Reuters stima che Mosca abbia ricevuto un aumento del 38% del suo reddito da esportazione di energia nel 2022 “grazie” o a “causa” degli alti prezzi del gas e della benzina.

Nel frattempo, le possibilità di un forte intervento dell’OPEC sono piuttosto teoriche. Il nuovo segretario generale dell’OPEC, Haitham Al Ghais, entrato in carica il 1° agosto, ha detto a Reuters che il mercato non dovrebbe “incolpare l’OPEC ma dovrebbe incolpare i loro stessi politici e legislatori, perché l’OPEC e i Paesi produttori hanno spinto più e più volte contro gli investimenti nel petrolio (e nel gas)”. ” Non stiamo dicendo che il mondo vivrà per sempre di combustibili fossili… ma dicendo che non investiremo nei combustibili fossili… bisogna passare dal punto A al punto B da un giorno all’altro “. Ha osservato anche che il cartello “esiste per garantire che il mondo abbia petrolio a sufficienza, ma “sarà molto impegnativo e molto difficile se non c’è un consenso sull’importanza degli investimenti “.

Secondo l’ultimo rapporto estivo dell’Agenzia internazionale per l’energia, gli investimenti in petrolio e gas sono ora aumentati di appena il 10% rispetto allo stesso periodo del 2021, pur rimanendo ben al di sotto dei livelli che erano normali prima della pandemia nel 2019.

Ha anche affermato che alcune delle immediate carenze delle esportazioni russe “dovevano essere soddisfatte dalla produzione altrove”. Tuttavia, nulla del genere accade a causa della transizione verde troppo frettolosa, che a quanto pare è stata intrapresa nel momento sbagliato, a causa degli aumenti dei tassi della Federal Reserve che potrebbero accendere la miccia della crisi globale del carburante.

Di conseguenza, i prezzi del petrolio potrebbero scendere nuovamente di $20 o $30 al barile in caso di alcuni scenari di grave collasso economico. Comunque sia questa non deve essere considerata una buona notizia e non può essere considerata una situazione che durerà per tanto tempo. Successivamente è stato osservato un forte aumento degli acquisti di petrolio dopo il periodo della pandemia e questo comportamento potrà capitare ancora nel prossimo futuro. La domanda è questa: cosa succederà prima? Il cocktail di prezzi elevati del petrolio con un ulteriore calo dei prezzi delle azioni o entrambi i prezzi del petrolio e delle azioni cadrebbero contemporaneamente portando a scenari di depressione a medio termine più tristi?

Resta sempre aggiornato sull’andamento dei mercati finanziari con il Calendario Economico di TeleTrade

Disclaimer:

L’analisi e le opinioni fornite nel presente documento sono intese esclusivamente a scopo informativo ed educativo e non rappresentano una raccomandazione o un consiglio di investimento da parte di TeleTrade.


Responsabile della gestione del portafoglio di TeleTrade Ilya Frolov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.