Truffa soldi pubblici, preside acquistava mobili con denaro per bambini

di | Settembre 23, 2016

Truffa soldi pubblici: denunciata dirigente scolastica che utilizzava i soldi dei corsi per bambini per ammobiliare casa

È stata scoperta e denunciata la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Statale di Cittadella che è stata accusata dalla Guardia di Finanza di Cittadella di utilizzare i soldi pubblici destinati all’implementazione di corsi per bambini per ristrutturare e ammobiliare la sua casa.

Le accuse sulla preside dell’Istituto, effettuate dalla polizia giudiziaria e dalla Procura della Repubblica di Padova, coinvolgono anche il figlio della preside: la donna è accusata di atti falsi, abuso d’ufficio e truffa ai danni della scuola ma soprattutto dei bambini, ai quali erano destinati i soldi che la preside ha prelevato per proprio utilizzo. In particolare, dalle indagini è emerso che la preside – che gestiva un’associazione no profit con il figlio – ha ricevuto 140 mila euro dal Comune, di cui 58.000 euro sono stati prelevati dalla stessa, e destinati ad acquisti personali, tra cui l’acquisto di una lavastoviglie, di una macchina, di un divano, ed anche per pagare le spese di tinteggiature di parti dell’immobile.

I corsi di psicomotricità per bambini (per i quali la donna aveva giustificato la spesa di 140mila euro), tra l’altro, sono stati comunque organizzati ed effettuati ma pagati dai genitori dei piccoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *