Regime forfettario: interessanti vantaggi

di | Giugno 16, 2020

Nel 2020 abbiamo avuto non poche novità in materia finanziaria. Infatti i cambiamenti sono stati molteplici sotto tanti punti di vista.  Anche i regimi fiscali hanno subito mutazioni per andare in contro alle situazionni di emergenza che si sono venute  a verificare. Possiamo constatare infatti che l’attuale versione del regime forfettario non è diverso da quello precedente il 2020 ma che, chi ne può usufruire è cambito radicalmente. Innalzanto il tetto massimo dei ricavi che consentivano di poter accedere a tale agevolazione, la platea dei fruitori si è di gran lunga ampliata.

Caratteristiche del regime forfettario

Le caratteristiche principali di questo tipo di regime sono:

  • semplificazion IVA e semplificazioni contabili
  • determinazione in modo forfettario della base imponibile
  • imposta sostitutiva unica
  • regimi contributivi meno rigidi

Molto importante risulta sottolineare che il regime forfettario non ha scadenza e può essere applicato fino a che rimangono in auge le condizioni tali che gli permettano di essere applicato, seguendo le normative vigenti nel periodo di riferimento.

Requisiti necessari per accedere

Per poter usufruire dell’agevolazione dobbiamo tenere conto dei seguenti requisiti:

  • conseguimento di ricavi o compensi non superiori a 65.000 € l’anno.
  • Aver sostenuto una spesa accessoria per lavoratori dipendenti o collaboratori per un importo complessivo non superiore a 20.000 € lordi.

Chi non ha diritto all’agevolazione

Non hanno diritto all’agevolazione offerta dal regime forfettario:

  • Chi usufruisce di un’altro tipo di agevolazione, detta a regimi speciali, come accade per agenzie viaggi, sali e tabacchi;
  • Chi non risiede in Italia o che non ha la sua sede produttiva in Italia. Può comunque accedervi chi ha la sede in uno degli Stati membri dell’UE ma che produca almeno il 75% del reddito nello stato Italiano;
  • Chi partecipa, oltre alla propria arte o professione, ad associazioni, srl o imprese familiari;
  • Persone fisiche che operino in maniera prevalente per i propri datori di lavoro;
  • I sogetti che nell’anno precedente a quello di richiesta abbiano ricevuto redditi al di sopra dei 30.000 €.

Come accedere a questo tipo di regime

 Per la maggior parte degli imprenditori, professionisti che rispettano i requisiti richiesti, non sarà difficile accedere dato che sarà del tutto automatico. Anche se non c’è comunicazione o avvertiminto, si andrà direttamente a far parte della fascia appartenente a questo tipo di regime. Per coloro che invece hanno iniziato da poco la loro attività, e che pensano che successivamente avranno i requisiti richiesti per accedere a questo tipo di agevolazione, potranno dare comunicazione in sede di dichiarazione dell’avvenuto inizio dell’attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *