Prestiti cambializzati

di | Febbraio 18, 2020

Come è noto, la cambiale, titolo di credito formale e astratto, che attribuisce al suo legittimo possessore il diritto di ottenere il pagamento della somma indicata, nella scadenza e nel luogo previsti da essa, può essere a tutti gli effetti il mezzo attraverso il quale vengono erogati prestiti, i quali come suggerito dal nome (prestiti cambializzati) devono essere restituiti al momento della scadenza di tale cambiale.

Sulle cambiali va imposto un bollo e devono naturalmente essere firmate, compilate in ogni loro parte e con anche l’indicazione della banca d’appoggio. Il tasso applicato è fisso e le rate sono costanti.

La procedura per accedere ad un prestito cambializzato è sulla carta più diretta e immediata rispetto ad un normale prestito personale concesso da un tradizionale istituto di credito o banca.

La cambiale firmata dal debitore rappresenta un titolo di credito che permette di rientrare più facilmente e più rapidamente in possesso delle somme prestate. Chi ha concesso il prestito infatti potrà avviare subito una procedura di pignoramento dei beni del debitore, conducendo il titolo direttamente dal notaio per far protestare il debitore, e rifarsi sui suoi beni in maniera più rapida.

I prestiti cambializzati possono essere erogati da una finanziaria, da privati e da una banca. Gli importi erogati oscillano di norma tra 2.500 e 50.000 euro mentre la durata del rimborso va da uno a un massimo di 10 anni.

Cambiali: strumenti di pagamento dei debiti

All’interno dei prestiti cambializzati, le cambiali sono spesso emesse nella forma di tratteo di pagherò”. Nel primo caso la cambiale si configura come un ordine che la banca rivolve al debitore in forma di pagamento a terzi, che nella fattispecie corrisponde alla stessa banca, di un certo importo in una data esatta. Nella seconda ipotesi, invece, la cambiale è una promessa di pagamento che lo stesso debitore andrà a formalizzare con tale titolo di credito.

Il “pagherò” costituisce la forma di cambiale maggiormente utilizzata nei prestiti cambializzati.

Per poterla utilizzare come strumento di pagamento all’interno di un prestito cambializzato, la cambiale deve includere tutta una serie di dati imprescindibili per la sua validità come: il luogo e la data di emissione, l’importo in cifre e in lettere, la data di scadenza, la dicitura del tipo di pagamento (“pagherò” o “pagate” per la tratta), la domiciliazione, i dati e la firma del debitore.

In sede di erogazione di un prestito cambializzato, al richiedente sarà richiesto di firmare più cambiali (una per ogni rata di pagamento, di norma mensile), con varie scadenze che verranno ad esso direttamente domiciliate dalla banca in originale con allegata una ricevuta dell’avvenuto pagamento.

Prestiti cambializzati pro e contro

Come detto la praticità dei prestiti cambializzati risiede nella velocità di rientro del fianziamento da parte dell’ente di credito ma dal punto di vista del debitore, questa forma di finanziamento è utile per coloro che di norma rispettano con difficoltà gli ordinari requisiti di merito creditizio come coloro che non hanno un rapporto di lavoro o hanno una relazione non documentata da busta paga, hanno avuto particolari problemi nella restituzione di altri finanziamenti. I prestiti con cambiale possono essere richiesti anche da cattivi pagatori con maggiore elasticità di restituzione e rinnovo.

Ma quando si parla di cambiali è sempre bene sapere a cosa si va incontro ed essere sicuri di conoscere esattamente la spesa da fronteggiare prima di sottoscrivere il contratto.

La cambiale in sé non è affatto l’unica garanzia richiesta dalla banca, ma è solamente la tutela di quest’ultima. La rata della cambiale non soltanto conterrà un tasso di interesse spesso più alto del normale, infatti nei prestiti cambializzati risulta maggiore la forza contrattuale delle banche, ma saranno inclusi anche costi e spese accessorie come quelle legate all’acquisto dei titoli di credito, al ricarico delle imposte di bollo o alle commissioni di istruttoria.

In definitiva l’utilità di un prestito cambializzato ha i suoi costi e sono molto più elevati rispetto ad altre ordinarie forme di prestito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *