Manovra Renzi, nel 2016 stabilizzazione contratti sanità siciliana

di | Ottobre 17, 2016

La sanità siciliana potrebbe avere una conseguenza interessante: cosa emerge dalla manovra Renzi

Negli ultimi giorni si sta molto parlando di un tema importante per migliaia di contribuenti italiani, che con il tramonto di Equitalia si vedranno eliminare sanzioni, multe e interessi per vecchie cartelle esattoriali: una sorta di condono che, però, più che un condono rappresenta un aiuto per le persone in difficoltà, che a fronte di una rateizzazione potranno sostenere il costo – spesso elevato – delle cartelle esattoriali.

Ma la manovra Renzi del 2016 riguarda anche un altro tema importante, che insieme alla Legge approvata sulla manovra di tipo nazionale, potrebbe prevedere anche un valido aiuto per tutte quelle persone che lavorano nel campo della sanità in Sicilia e che potranno vedere una stabilizzazione ed una concretizzazione del loro contratto lavorativo. Stando a quanto indicato dal Ministero della Salute, vi sono circa 700 posti – suddivisi tra medici e infermieri in Sicilia – che potranno essere sbloccati, anche grazie all’anticipo pensionistico, che dovrebbe consentire a molte persone di anticipare l’ingresso nel mondo delle pensioni a 63 anni di età con il pagamento di una penalità.

Un’importante stabilizzazione che potrebbe indicare il rilancio della sanità siciliana, con conseguenze positive e molto importanti per la stabilizzazione di un equilibrio professionale, lavorativo ed ovviamente anche economico per tutti coloro che attendono da tempo questi cambiamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.