Casa, in fitto o di proprietà la polizza assicurativa è sempre utile

di | Ottobre 18, 2013

C’è un punto nella vita in cui ci si decide a stare per conto proprio e allora chi può fa la scelta di acquistare il proprio immobile. Tuttavia non è una scelta facile e non avendo le capacità economiche per farlo c’è chi opta invece per una soluzione in locazione. Quest’ultima soluzione, pur potendo essere scelta più a cuor leggero rispetto ad un acquisto, ha comunque degli obblighi e dei punti a cui fare molta attenzione.

Con costi evidentemente differenti, anche i vantaggi sono valutati in maniera diversa. L’affitto permette una maggiore mobilità, minore spesa e responsabilità infinitamente ridotte rispetto a chi decide di comprare casa. Se si vuole aggiungere particolari, sul locatario non gravano le spese relative alla manutenzione straordinaria che sono invece a carico del proprietario di casa.

Gli obblighi che vincolano chi prende in affitto un appartamento sono relativamente pochi, per questo la locazione permette di essere liberi e di cambiare abitazione ogni qualvolta lo si desidera. Ovviamente il preavviso è d’obbligo, ma questo va solitamente in base agli accordi presi con il proprietario.

La scelta dell’affitto è consigliabile in diverse situazioni, di solito fino a un periodo di cinque anni nello stesso immobile. Oltre questo periodo, data la spesa, ci si dovrebbe orientare più su un acquisto in modo da investire meglio le liquidità. Infatti i soldi spesi per mantenere l’affitto di un appartamento sono a fondo perduto, al contrario invece di quelli usati per pagare un finanziamento bancario. Spesso inoltre il canone mensile di un affitto non è di molto differente da ciò che verrebbe richiesto da una banca, per queste ragioni allora è bene considerare attentamente le proprie finanze.

In ogni caso, nel momento in cui si prende la decisione le regole da seguire sono sempre le stesse e un consiglio utile è quello di essere assicurati, sia che stiate per affittare una villa di lusso in Toscana sia che stiate vendendo un immobile in riva al mare. La protezione in questo caso riguarderebbe i casi di furto, i danni provocati dal tentativo di intrusione, quelli derivati da perdite d’acqua oppure dai problemi causati da un animale domestico. Oltre a questo una polizza assicurativa potrebbe salvaguardare anche gli interessi del proprietario di casa, legalmente penalizzato rispetto invece al conduttore.

L’affitto in conclusione è una soluzione che dovrebbe essere temporanea, limitata nel tempo in modo da ammortizzarne i costi e con molti vantaggi data la “leggerezza” che caratterizza il legame con il proprietario di casa. Rimane comunque un passo da fare non dimenticando quelle che sono le responsabilità relative a questa operazione, per entrambe le parti interessate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.