Misura contro povertà, il piano del governo

Misura contro povertà

Parte il Sia, la misura contro povertà per famiglie disagiate

La situazione lavorativa, economica e finanziaria dell’Italia sta subendo non pochi scossoni: sono sempre di più le persone che vivono in condizioni di disagio e di degrado tale che è sempre più difficile affrontare la più semplice quotidianità.

Persone che perdono il lavoro, che spesso hanno a carico una famiglia che non riescono a mantenere: ed è proprio a questa fascia di persone che dovrebbe essere rivolto il nuovo strumento del governo, una misura contro povertà che dovrebbe partire a breve e dovrebbe essere destinata a circa 200 mila famiglie che vivono in condizioni di povertà.

La misura contro la povertà era stata lanciata nel 2013 dal governo letta: il suo nome è Sia, ed è un Sostegno per l’inclusione attiva per rimettere in moto l’economia e fornire più ampio respiro a quelle famiglie disagiate o in difficoltà, che hanno a carico minori e non riescono a vivere in maniera dignitosa.

Sono previsti dal governo circa 320 euro al mese per queste famiglie in difficoltà, che possono presentare la loro domanda a partire dal 2 settembre: per il momento, il budget di partenza è di 750 milioni di euro, ma per il prossimo anno le risorse a disposizione degli utenti che ne hanno necessità potranno aumentare, addirittura raddoppiare a 1,5 miliardi di euro. Un beneficio che, senza alcun dubbio, potrà essere di grande sostegno per chi è in difficoltà economica.

Leggi Anche  Spesa famiglie, italiani mangiano di nuovo carne

Aggiungi Commento