Category Archives: Lavoro

Istat famiglie in difficoltà: in molti casi monogenitore

Istat famiglie in difficoltà

Istat famiglie in difficoltà: in una gran parte dei casi, si va incontro ad una situazione in cui vi è un solo genitore

Le difficoltà lavorative ed economiche rappresentano un vero e proprio dramma per una buona parte di famiglie italiane. Secondo quanto è emerso dai recenti dati pubblicati dall’Istituto Nazionale di Statistica, infatti, il numero di famiglie, con o senza figli, che devono affrontare ogni giorno difficoltà eccezionali per quel che concerne la ricerca del lavoro dell’occupazione, ma anche per quel che riguarda il sostentamento proprio e degli altri membri, è davvero molto importante, quasi sconcertante.

Alitalia vs Reggio Calabria: le richieste della compagnia

Alitalia vs Reggio Calabria

Alitalia vs Reggio Calabria: compagnia chiede maggiore apertura

Non ci sono ancora sostanziali novità in merito ad un possibile – ed ancora sperato – accordo tra Alitalia e Reggio Calabria: l’Aeroporto dello Stretto “Tito Minniti”, infatti, oggi affidato alla gestione della società Sacal, rischia di veder perduti gran parte dei suoi stessi voli, ovvero tutti quelli che, fino a qualche giorno fa, venivano in qualche modo garantiti da Alitalia e che oggi non hanno più il sostegno della compagnia di volo.

La ex compagnia di bandiera, infatti, ha abbandonato la città di Reggio Calabria, cancellando, dal prossimo 27 marzo, i 56 voli che collegano la città con molte altre città italiane, in particolar modo Torino e Roma. La decisione – che ha lasciato sgomenti i cittadini ma che era ormai da tempo attesa e temuta – potrebbe essere reversibile, ma secondo lo stesso amministratore delegato Cramer Ball, è necessario che vengano riviste alcune situazioni.

In particolare, si richiede alla Regione l’interesse al recupero del denaro che Alitalia ha in credito con la Calabria e che ammonta a circa 1,800 milioni di euro: inoltre, secondo Ball, è anche necessario che si predisponga, da parte della Regione, una apertura nella ricerca di soluzioni alternative per rendere davvero operativi, efficienti, ma anche economici e sostenibili i voli operati dalla nota compagnia di volo.

Per adesso, insomma, rimane tutto invariato: da Reggio Calabria, con Alitalia, non si parte più.

Assegno di ricollocazione: in partenza per i prossimi giorni

Assegno di ricollocazione

Assegno di ricollocazione: al via nei prossimi giorni, sarà un valido supporto per i disoccupati

Dovrebbe partire a breve, ovvero tra qualche giorno, l’assegno di ricollocazione che rappresenterà un importante beneficio per tutti coloro che sono disoccupati e che rientrano nelle categorie richieste. In particolare, questo assegno dovrà riguardare circa 30mila persone senza un’occupazione, che dovrebbero presto ricevere una lettera dall’Anpal, Agenzia Nazionale per le politiche attive del lavoro.

Incontro Alitalia-sindacati è saltato. Oggi sciopero confermato

Incontro Alitalia-sindacati

Incontro Alitalia-sindacati è saltato: avrebbero dovuto incontrarsi ieri, per le trattative sul contratto. Lo sciopero è stato confermato

È saltato l’incontro previsto nella giornata di ieri, mercoledì 22 febbraio, alle 16.30: l’incontro, che si sarebbe dovuto tenere tra sindacati e Alitalia, avrebbe dovuto riprendere un tema molto caro ed importante negli ultimi tempi, quello relativo alle trattative sul contratto.

Sciopero Alitalia, aerei fermi domani: ecco le fasce garantite

Sciopero Alitalia

Sciopero Alitalia: voli cancellati per il 60%. Restano garantite solo alcune fasce orarie

Sciopero Alitalia: saltata la mediazione del ministero, era stato deciso già qualche tempo fa che l’azienda avrebbe predisposto un’astensione del lavoro come possibilità di protesta da parte dei lavoratori e dei dipendenti Alitalia, non soddisfatti delle nuove possibili regole che riguarderanno la loro attività lavorativa per la compagnia di volo.

Diplomati pentiti: 45% avrebbe scelto un altro percorso

Diplomati pentiti

Diplomati pentiti: 45% dei giovani avrebbe scelto un altro percorso scolastico. Pesa sulla scelta influenza familiare e dei docenti

Negli ultimi giorni è stata data particolare rilevanza agli esiti dei questionari condotti, su un campione di 115 mila persone tra giovani diplomati, da Almadiploma e Almalaurea, in merito alla soddisfazione ed all’indice di gradimento professionale, scolastico e lavorativo. È stato sottolineato che i giovani diplomati fanno sicuramente più fatica a trovare un impiego quando non proseguono gli studi universitari ma anche che coloro che immediatamente si mettono alla ricerca di un lavoro – anche “accontentandosi” di ciò che viene loro proposto – sono anche coloro che riescono più facilmente ad avere un contratto a tempo indeterminato.

Diplomati che lavorano: una percentuale non elevata ma significativa

Diplomati che lavorano

Diplomati che lavorano: Almalaurea e Almadiploma fanno emergere un dato interessante

Delusione, confusione, disorientamento: è questa l’immagine dei giovani che, una volta terminati gli studi, spesso non sanno proprio “che pesci prendere” e sono sempre più confusi in merito alla realtà occupazionale che li attende. È quanto si evince dai risultati dei questionari proposti da Almadiploma e Almalaurea ai giovani diplomati che, una volta finita la scuola, spesso non sanno come muoversi per trovare un impiego e, ancor più spesso, quando non proseguono gli studi con il percorso universitario, faticano per trovare lavoro.

Giovani diplomati e disoccupati: esiti test Almadiploma e Almalaurea

Giovani diplomati e disoccupati

Giovani diplomati e disoccupati: ecco cosa emerge dai risultati dei questionari condotti da Almadiploma e Almalaurea

Per avere una chance in più nel mercato del lavoro non basta avere un semplice diploma: è quanto emerge da una recente indagine proposta da Almadiploma e Almalaurea che, in collaborazione tra loro, hanno effettuato alcune domande ai giovani in merito alla loro situazione lavorativa e professionale, allo scopo di individuare una fotografia che risultasse il più possibile coerente con i cambiamenti attuali della società.

E quanto è emerso dai risultati dei questionari è abbastanza allarmante: non solo perché una gran parte di persone che si sono diplomate hanno dichiarato di essersi pentiti di aver scelto proprio quella tipologia di scuola – o proprio quell’indirizzo – ma anche perché emerge una situazione di confusione e di disorientamento, che si fa ancor più chiara alla fine della scuola, ovvero quando diventa ancor più difficile trovare un impiego, per chi non ha mai toccato con mano il mondo del lavoro.

L’indagine è stata condotta su un campione di 115 mila persone diplomate. E fa emergere un dato ancor più significativo: quella percentuale di persone che, dopo il diploma, hanno scelto di non proseguire gli studi universitari, faticano a trovare un impiego. Qualche numero? Dopo un anno dalla fine della scuola, il 22% dei diplomati è disoccupato, e sono soprattutto i “professionisti”, che invece dovrebbero essere quelli decisamente più pronti ad entrare nel mercato del lavoro.

 

Riforma Madia 2017: prevista flessibilità per dipendenti con famiglia a carico

Riforma Madia 2017

Riforma Madia 2017: flessibilità e più certezze per i dipendenti con famiglie a carico

Intesa e dialogo: potrebbero essere questi i due termini più importanti per definire la riforma Madia sul Pubblico Impiego: è quanto emerge, infatti, dalle ultime informazioni che abbiamo in merito al Testo Unico che dovrebbe regolamentare la Pubblica Amministrazione e sul quale, da qualche giorno, si discute in merito alle possibili scelte effettuate in questa riforma.

Licenziamenti Carrefour: chiudono definitivamente due ipermercati in Piemonte

Licenziamenti Carrefour

Licenziamenti Carrefour: chiudono due ipermercati in Piemonte, dipendenti altri negozi a rischio

Licenziamenti Carrefour: se ne era parlato nelle ultime settimane, quando i dipendenti degli ipermercati piemontesi avevano cercato, per mezzo di uno sciopero di protesta, di cambiare le loro sorti ma anche quelle degli ipermercati stessi, coinvolti nella decisione dell’azienda francese di chiudere i battenti là dove i guadagni sono apparsi inconsistenti.