Governatore Banca d’Italia: allarme spread

Governatore banca d’Italia è allarmato e mette in allarme anche gli italiani sullo spread e sui continui rialzi: “Le conseguenze di un prolungato rialzo dei rendimenti dei titoli di stato possono essere gravi”, queste le sue affermazioni che lasciano poco ben sperare

Ignazio Visco interviene alla giornata del Risparmio a Roma, dove tra i partecipanti vi era anche il ministro dell’Economia Giovanni Tria: il governatore della banca d’Italia mette in risalto la pericolosità del momento difficile che riguarda il bilancio nel settore pubblico.

Il governatore Visco trae le sue conclusioni dicendo: “Il rialzo dei tassi di interesse sui titoli di Stato si riflette negativamente anche sul bilancio e qualora non venisse riassorbito, l’incremento fin qui registrato provocherebbe, già dal prossimo anno, maggiori spese per interessi per circa 0,3 punti di Pil, oltre 5 miliardi”.

Un messaggio arriva anche dal presidente Mattarella che ritiene che risparmi familiari rappresentano un grande elemento di forza che va tutelato in maniera accurata: lo spread alto di questi giorni che si attesta sui 300 punti circa, potrebbe far avere grandi preoccupazioni per le casse dello Stato, anche se per il Ministro del tesoro Giovanni Tria, lo stesso non sarebbe affatto giustificato se si guardasse al fondamento dell’economia italiana.

Leggi Anche  Spese natalizie: per gli italiani pesano 4,4 miliardi di euro

Aggiungi Commento